Vendemmia 2009, previsto un raccolto di 46,6 milioni di ettolitri, con un incremento del +2% rispetto al 2008. Ma il settore è in crisi


Roma, 22 luglio 2009 – Per la vendemmia di quest’anno è previsto un raccolto complessivo di 46,6 milioni di ettolitri, di poco in crescita rispetto al 2008 (con un incremento medio di circa il 2%). La stima proviene dai dati di previsione su base regionale raccolti e diffusi oggi dal Comitato Settore Vitivinicolo della Fedagri-Confcooperative.vendemmia

Il presidente di Fedagri-Confcooperative Paolo Bruni spiega: “La previsione elaborata in base a stime delle nostre Federazioni regionali, è in linea con quella realizzata da Ismea e Unione Italiana Vini su dati Istat: le nostre cifre rivedono tuttavia leggermente al ribasso le stime, poiché i dati in possesso alla data di oggi si differenziano da quelli utilizzati da Ismea risalenti ad alcune settimane fa. L’aumento produttivo – prosegue Bruni – non spinge affatto all’ottimismo le nostre aziende, in quanto sul settore grava oggi il problema del costante calo dei consumi interni e la preoccupante riduzione anche sul fronte dell’export, pari a un -9% in valore nel primo trimestre dell’anno”.

Nello specifico, i dati regionali vedono un incremento nella vendemmia in Piemonte (+5%), Lombardia (+7%), Trentino (+5%), Umbria (+7%), Campania (+5%) e Sardegna (+8%). In calo invece le previsioni produttive di Friuli Venezia Giulia (-5%), Abruzzo (-5%) e Puglia (-5%). Sostanzialmente stabile il raccolto delle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Basilicata, Calabria, Sicilia, Toscana, Marche, Lazio e Molise.
I numeri delle cooperazione vitivinicola Fedagri-Confcooperative

Fedagri associa 423 Cooperative Vitivinicole (148.000 soci e oltre 6.000 occupati). La produzione stimata per il 2009 supera i 20 milioni di ettolitri, pari al 43% dell’intera produzione nazionale. La voce “export” incide in misura superiore al 40% sul fatturato complessivo delle cooperative vitivinicole Fedagri.

Produzione di vino e mosto in Italia

Stime 2009 (ettolitri)

Differenza 2009/2008

Piemonte

2.650.000

+5%

Valle D’Aosta

25.000

=

Lombardia

1.200.000

+7%

Trentino -Alto Adige

1.200.000

+5%

Veneto

8.250.000

=

Friuli Venezia Giulia

950.000

-5%

Liguria

70.000

=

Emilia Romagna

6.300.000

=

Toscana

2.900.000

=

Umbria

900.000

+7%

Marche

900.000

=

Lazio

1.850.000

=

Abruzzo

2.800.000

-5%

Molise

350.000

=

Campania

1.900.000

+5%

Puglia

6.650.000

-5%

Basilicata

210.000

=

Calabria

450.000

=

Sicilia

6.250.000

=

Sardegna

800.000

8%

Totale

46.605

Media + 2%

condividi su:



Informazioni su Tiziano Bianchi

Giornalista e blogger con uno sguardo curioso, e a volte provocatorio, per la politiche agricole, appassionato di vino, animatore di degustazioni fra amici e di iniziative a sfondo enologico è fra i fondatori di Skywine - Quaderni di Viticultura e di Trentino Wine. Territorialista e autoctonista, ma fino ad un certo punto: non nasconde, infatti, la sua passione sfrenata per il Barolo. Un peccato di gola, che si fa perdonare con l'amore, non sempre corisposto, per la DOC TRENTO.

Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *