Un parco della viticoltura ad Avio


Dopo la “cerimonia” della potatura del vigneto storico di Enantio di Avio, avvenuta lo scorso 27 marzo, alla presenza dell’Assessore alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, Franco Panizza, del Sindaco di Avio, Sandro Borghetti, e dell’on. Maurizio Fugatti, procedono le tappe per la realizzazione del progetto di “Parco delle Viti Storiche in Terradeiforti”.
Martedì 14 aprile, il Presidente del Consorzio Tutela Vini Terradeiforti, Stefano Libera, e la Presidente del Consorzio I Dolomitici, Elisabetta Foradori, si sono incontrati a Trento con il dott. Francesco Penner della Fondazione Mach al fine di focalizzare unitamente sulle attività da porre in essere per la valorizzazione del vigneto storico e del progetto ad esso legato.
Dall’analisi realizzata, Penner dichiara: .
Dello stesso parere il Presidente Libera: .
Ancora una volta l’Enantio diventa, insieme alla varietà autoctona Casetta – tutelate dal disciplinare di produzione doc Terradeiforti – il simbolo di una peculiarità, di una caratterizzazione che va protetta, anche tramite la tutela e la promozione della cultura materiale, ovvero della produzione enologica.
.

condividi su:



Informazioni su Tiziano Bianchi

Giornalista e blogger con uno sguardo curioso, e a volte provocatorio, per la politiche agricole, appassionato di vino, animatore di degustazioni fra amici e di iniziative a sfondo enologico è fra i fondatori di Skywine - Quaderni di Viticultura e di Trentino Wine. Territorialista e autoctonista, ma fino ad un certo punto: non nasconde, infatti, la sua passione sfrenata per il Barolo. Un peccato di gola, che si fa perdonare con l'amore, non sempre corisposto, per la DOC TRENTO.

Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *