PIWI A CINQUE STELLE

Luigi di Maio, candidato premier grillista, nei giorni scorsi in pellegrinaggio elettorale in Trentino, ha trovato il modo e il tempo per incontrare anche i viticoltori di area PIWI. Un’ inedita apertura politica alla viticoltura sostenibile che mi pare debba essere segnalata. Ma non tutti la pensano così, come si deduce dai commenti di numerosi lettori che si sono sbizzarriti in Facebook.

condividi su:


30 Comments

  1. In Italia abbiamo da molto troppo tempo perso il senso vero della politica, che secondo me si esprime tutto in una sola parola, un tempo tanto cara alla sinistra, “PARTECIPAZIONE”, e non delega a qualcuno le scelte che determineranno la nostra vita, questo è quanto ancora accade troppo spesso, vale anche per il M5S altrimenti la base insoddisfatta avrebbe potuto e dovuto rimuovere rappresentanti inadatti al ruolo…

  2. ma cosa state dicendo…pensatela pure come volete, ma non credo che Di Maio sia andato ad insegnare nulla a nessuno, ma bensi ad ascoltare per capire di più, non mi pare che abbia rubato nulla a nessuno ma che per rispetto al suo programma politico e ai cittadini che lo hanno eletto abbia pure rinunciato a parecchio relativamente agli stipendi vari, ed in trentino potete pure lamentarvi quanto volete ma di certo non contro il M5S, e magari fatevi un giro in qualche altra regione…ma dai siate seri che lo sapete essere…

    • 👍 oltre il vetro continuo a vedere gente che non mi assomiglia. Poi si sà… basta cultura che in Italia ne esce abbastanza da ogni rudere. Parlo di calderone generale. E lasciamelo dire, proprio contro il rappresentante del M5S trentino io avrei molto, moltissimo da ridire. Dal basso della sua conoscenza storica, ha offeso i miei ideali senza porsi il problema di capire. Bell’esempio di nuovo.

  3. In Italia abbiamo da molto troppo tempo perso il senso vero della politica, che secondo me si esprime tutto in una sola parola, un tempo tanto cara alla sinistra, “PARTECIPAZIONE”, e non delega a qualcuno le scelte che determineranno la nostra vita, questo è quanto ancora accade troppo spesso, vale anche per il M5S altrimenti la base insoddisfatta avrebbe potuto e dovuto rimuovere rappresentanti inadatti al ruolo…

Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *