DOC TRENTO: CRESCITA A DUE CIFRE


Sono stati diffusi questa mattina dalla Camera di Commercio i rilievi statistici relativi alla denominazione TRENTO nel 2017. Lo scorso anno sono sono state sboccati 66 mila ettolitri di metodo classico. Una quantità corrispondente a 8 milioni e 800 mila bottiglie (0,75L.). Rispetto all’anno precedente, l’attività in volume degli spumantisti trentini ha fatto registrare un + 11 %.

Raddoppia la tipologia riserva e si esprime in flessione, invece, l’elaborazione in Rosé, che del resto non è mai stata nelle corde più performative della Doc TRENTO. L’obiettivo 10 milioni di bottiglie, tuttavia, non è stato ancora raggiunto e lo potrà essere, in costanza di questo ritmo di crescita, a chiusura dei conti 2018. Mentre, secondo le indiscrezioni di questi giorni, il competitor naturale del Trento, Franciacorta, sarebbe ormai vicino ai 20 milioni di pezzi. 

condividi su:



Informazioni su Tiziano Bianchi

Giornalista e blogger con uno sguardo curioso, e a volte provocatorio, per la politiche agricole, appassionato di vino, animatore di degustazioni fra amici e di iniziative a sfondo enologico è fra i fondatori di Skywine - Quaderni di Viticultura e di Trentino Wine. Territorialista e autoctonista, ma fino ad un certo punto: non nasconde, infatti, la sua passione sfrenata per il Barolo. Un peccato di gola, che si fa perdonare con l'amore, non sempre corisposto, per la DOC TRENTO.

Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *