FUNGHI E BENESSERE, DOMANI UN CONVEGNO A TRENTO

VENERDÌ 30 NOVEMBRE ALLE 9 AL PALAZZO DI SOCIOLOGIA L’ULTIMO APPUNTAMENTO DEL CICLO DI CONFERENZE “IL BRAND DELLA MEMORIA”, ORGANIZZATO DA UNIVERSITÀ E CAMERA DI COMMERCIO DI TRENTO E DEDICATO ALLA TRADIZIONE MICOLOGICA TRENTINA.

Venerdì 30 novembre si terrà l’ultima sessione degli eventi organizzati da Università e Camera di Commercio di Trento in occasione di 2018 Anno del Patrimonio culturale europeo. La sessione sarà dedicata alle Nuove frontiere della micoterapia e sarà presieduta da Giorgio Martini (biologo nutrizionista e farmacista) e da Casimira Grandi (storica sociale), organizzatrice dell’iniziativa.
Nell’ambito di una più generale prospettiva di valorizzazione del potenziale economico del fungo, l’incontro si propone di approfondire il suo utilizzo nel campo della salute e del benessere fisico, recentemente sperimentato con successo dalla nutraceutica e dalla nutrigenomica. Le frontiere innovative della moderna micoterapia possono in questo modo essere di stimolo per la nascita di attività produttive ecocompatibili volte alla salvaguardia dei piccoli sistemi economici locali.
“Nelle Alpi – osserva la professoressa Casimira Grandi – la tutela e lo sviluppo del territorio si fondano storicamente su una grande varietà di identità locali e sulla presenza di un ricco patrimonio culturale e ambientale, che richiedono politiche colturali e culturali capaci di rappresentare la sfida contemporanea: trasmettere l’autentico patrimonio di un popolo, anche attraverso i funghi”.
La conferenza si terrà al Palazzo di Sociologia, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26). I lavori si apriranno alle 9.
Interverranno: Fabio Gabrielli (filosofo, Università di Milano) su Territori, patrimoni, memoria, volti: un profilo filosofico; Ivo Bianchi (medico omeopata, omotossicologo, Università Guglielmo Marconi Roma) su Esperienze cliniche in micoterapia; Stefania Cazzavillan (biologa, genetista, referente scientifica per AVD Reform & Micotherapie di Parma) su Modulazione epigenetica di Ophiocordyceps sinensis: razionale per il suo utilizzo nello sportivo; Paola Rossi (biologa, Università di Pavia) su Beta-glucani estratti dalla Grifola frondosa e dal Ganoderma lucidum nel tumore al seno: un esempio di medicina complementare ed integrativa; Walter Balduin (biologo molecolare, Università Carlo Bo Urbino) su Tossicologia dei funghi; Marco Passerini (chimico, micologo, master Fitoterapia applicata Università di Siena) su Funghi medicinali: i composti attivi, le forme farmaceutiche e la normativa di riferimento.
Nel pomeriggio, alle 14.30, è in programma il dibattito di chiusura sul tema La memoria per il nostro futuro: mondo globale e connessioni sinergiche locali, presieduto da Casimira Grandi (professoressa di Storia sociale all’Università di Trento e referente di Ateneo per il progetto) e Giorgio Martini (biologo nutrizionista e farmacista).

“Il brand della memoria”: la micologia trentina tra passato e presente
Il ciclo di approfondimenti dal titolo Il brand della memoria (18-20 ottobre e 30 novembre 2018) è dedicato alla tradizione micologica trentina che nella figura di Giacomo Bresadola (1847/1929) trova il suo capostipite. Nei confronti dell’eminente studioso, padre della moderna micologia e scienziato globale, si va affermando a livello internazionale un rinnovato interesse che ne sottolinea la capacità di interloquire con i più famosi micologi dell’epoca dando vita a una rete di rapporti scientifici intercontinentali ai massimi livelli. Si viene così delineando una nuova cornice per una figura che appartiene al patrimonio della memoria collettiva della comunità.
Il progetto, che è stato avviato in occasione del 2018 Anno del patrimonio culturale europeo e che trae origine da una ricerca condotta per EXPO 2015 sulla difesa della sostenibilità dei territori montani attraverso la tutela della tradizione culturale, si è focalizzato sul fungo come “sentinella del territorio” nel rilevare i cambiamenti ambientali, sul suo potenziale valore economico e sul suo valore come strumento per trasmettere la tradizione di un popolo.
La Camera di Commercio di Trento, che dal 2010 organizza attraverso la propria azienda speciale, Accademia d’Impresa, i corsi per la formazione dei micologi, ha accolto con favore la proposta di collaborazione formulata dall’Ateneo, riconoscendo nella figura di Giacomo Bresadola e nella tradizione micologica trentina un prezioso patrimonio culturale da salvaguardare e diffondere nell’ottica dello sviluppo del sapere e dell’economia locale.
Informazioni: Camera di Commercio, tel. 0461 887105
Segreteria Dipartimento di Sociologia Ricerca sociale, tel. 0461 281322

condividi su:


Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *