Il Settecento33 di Cantina di Soave sbaraglia la concorrenza e viene eletto miglior spumante dalla guida 5StarWines di Vinitaly. Dopo le dichiarazioni di Kerin O Keefe e Luca Gardini, altro risultato autorevole per la denominazione spumantistica

Con 93 punti il Lessini Durello Settecento33 della Cantina di Soave si aggiudica il premio come miglior spumante d’Italia. È stato un selezionato panel di esperti internazionali, capitanati da Lynne Sherriff MW a decretare i vincitori della guida. Ben 2.700 i campioni presentati dai 5.600 espositori della fiera veronese; una lunga selezione che ha portato a una scelta di 100 vini, premiati poi per le categorie di appartenenza; primo per i vini spumanti, il Lessini Durello.

<<Una grande soddisfazione per la nostra piccola ma esclusiva denominazione – dice Paolo Fiorini, neo presidente del Consorzio – che premia il duro lavoro che stanno facendo i nostri produttori sul fronte dell’identità di questo spumante, unico nel panorama italiano>>.

Da inizio anno riflettori puntati infatti sulla denominazione berico/scaligera. Kerin O’Keefe, di Wine Enthusiast, tra i nomi più influenti del mondo del vino ha definito il Lessini Durello la sua più bella scoperta del 2018, mentre il noto sommelier Luca Gardini ha decretato il Lessini Durello Metodo classico IoTeti tra i migliori assaggi di Vinitaly. La crescita della denominazione si attesta anche con l’entrata di un nuovo socio, la Tenuta Natalina Grandi di Gambellara.

<<Ci aspetta un grande Vinitaly – dice Matteo Fongaro, vice presidente del Consorzio – dove le nostre bollicine saranno protagoniste nei 4 giorni di evento. Attendiamo ora la definitiva modifica del disciplinare che chiuderà un iter iniziato lo scorso anno, e siamo pronti per un anno di importante promozione>>

condividi su: