MASO POLI, IL PARADISO DELLA NOSIOLA


La Nosiola è femmina! Lo conferma il primo premio rilasciato alle tre titolari di Maso Poli nella 3^ edizione del concorso indetto dall’Istituto Agrario di San Michele all’Adige sui vini del territorio e consegnato durante Vinitaly 2019.
É il terzo premio consecutivo che Romina, Valentina e Martina Togn titolari della azienda agricola Maso Poli e della Gaierhof di Roverè della Luna ottengono al concorso per la migliore espressione del vitigno autoctono trentino indetta dalla FEM.
Nell’edizione 2019 sono stati 116 i vini in concorso di 53 cantine diverse: è la Nosiola 2018 di Maso Poli a sbaragliare sulle altre nella sua categoria. ‘Una grande soddisfazione per tutta la famiglia – afferma Valentina Togn che in azienda segue direttamente la produzione con il marito ed enologo Goffredo Pasolli – è il terzo riconoscimento che ci viene assegnato dopo il Teroldego è il Müller Thurgau di Gaierhof. Per noi una grande soddisfazione: il nostro obiettivo è da sempre quello di proporre al consumatore vini riconoscibili come ‘trentini’;  negli anni ‘70 fu nostro padre Luigi a iniziare in questa missione e oggi noi sorelle investiamo con tenacia sulla potenzialità dei nostri vitigni autoctoni e li promuoviamo non solo in Italia ma anche all’estero, in modo particolare nel USA . ‘

condividi su:


Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *