TRENTINO: VINO, IDENTITÀ E TRACCIABILITÀ


Venerdì 17 maggio 2019 ore 11.00 Palazzo Geremia – Via Belenzani, 20 38122 Trento

Il vino Trentino: tutela dell’identità e tracciabilità.

Già a partire dagli anni ’70 i vini del Trentino hanno potuto fregiarsi delle denominazioni di origine, garanzia di qualità per il consumatore. A certificare tutto questo è la Camera di Commercio di Trento, organismo di controllo riconosciuto ufficialmente dal MiPAAFT. Inoltre, da più di 25 anni i viticoltori trentini hanno intrapreso un percorso di attenzione al territorio volto a tutelare ambiente e popolazione. A partire dal 2016 questo impegno è stato certificato attraverso il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata promosso dal MiPAAFT. Come valorizzare tutto ciò? Alcuni studenti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia hanno elaborato delle applicazioni pensate per tutelare l’identità e la tracciabilità delle denominazioni trentine.

Programma:

Saluti di benvenuto e introduzione Pietro Patton – Presidente del Consorzio Vini del Trentino

Il vino tra presente e futuro Gabriele Castelli – Alleanza Cooperative Italiane Agroalimentare

La certificazione dei vini a denominazione del Trentino: una garanzia di qualità Giovanni Clementel – Direttore Ufficio Organismi di Controllo e Metrologia Legale CCIAA Trento

Il sistema di qualità nazionale: un valore aggiunto per le denominazioni trentine Giuseppe Ciotti – MIPAAFT

Tutelare l’identità e la tracciabilità del vino trentino: due applicazioni pratiche Studenti Università Ca’ Foscari di Venezia – Progetto Contamination Lab

Modera il direttore del Consorzio Vini del Trentino Graziano Molon

condividi su:


Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *