Buon pane chiama buon vino: è una regola antica come il mondo

Fra poco, alle 18.30, in piazza Lodron in occasione dell’ultima data di Moderno Live – Vignaioli in Panificio organizzata in collaborazione con i Vignaioli del Trentino, alla presenza di Matilde Poggi, da poco rieletta presidente nazionale FIVI, e alcuni vignaioli locali, comincerà la mescita di più d’una dozzina di vini fra bollicine, bianchi fermi e rosati che potranno essere degustati al calice o con una proposta degustazione per favorire più assaggi. Matilde Poggi terrà a battesimo la nuova avventura – mission di Panificio Moderno, che da agosto diventerà Punto Fivi Nazionale.

La serata sarà accompagnata dalla voce e dalla musica di Stefano Licio, chitarrista poliedrico che spazia tra i diversi generi.

Il pane, è quello del Panificio Moderno. Quello buono, quello che conosce la sua filiera, preparato con materie prime attente all’ambiente e alla salute di chi lo mangia e impastato con il lievito madre, quel fermento naturale che poco o tanto appartiene a tutti noi.
L’elemento dei Vignaioli è il vino: quello buono. Quello prodotto con conoscenza del territorio e delle sue vocazioni, e con profondo rispetto per la terra e la sua fertilità.

condividi su: