Cosimo Piovasco da Bordeaux

Lo pseudonimo collettivo con cui fin dall'inizio sono stati firmati la maggior parte dei post più trucidi e succulenti di Territoriocheresiste. Il nome è un omaggio al protagonista del Barone rampante, il grande capolavoro di Italo Calvino. Cosimo Piovasco, passa tutta la sua vita su un albero per ribellione contro il padre. Da lì, però, guadagna la giusta distanza per osservare e capire la vita e il mondo che scorrono sotto di lui.

Torno su un discorso vecchio, con il quale qualche mese fa avevamo aperto questo blog. Scorrendo le tabelle pubblicate dall’analista Marco Baccaglio I numeri del Vino, mi sono soffermato sulle dimensioni della Doc Valdadige Terradeiforti in Trentino. Una Doc giovanissima, risale mi pare al 2006 o 2007, ottenuta dopo un decennio di battaglie condotte in lungo e in largo fra

Continua a leggere

Segnalo il post documentatissimo, come sempre, pubblicato qualche giorno fa dall’analista Marco Baccaglio Bacca sul suo blog I Numeri del vino. Numeri e percentuali, dal 2006 al 2010, che descrivono il settore in Trentino e in Alto Adige: produzioni, superfici coltivate, Doc, Docg, valori e parecchio altro. Insomma un quadro completo che descrive la situazione e il trend. Buona lettura!

Continua a leggere

Attenti ragazzacci: la potente macchina da guerra della difesa identitaria trentina (e trentodocchista) sta scaldando i motori. Si salvi chi può. Quelli, pochi, animati dall’insano proposito di sollevare qualche modesta perplessità sulle strategie di marketing e di commercializzazione del Trentodoc, sono avvertiti. E uomo avvisato mezzo salvato. Dunque, dopo i nostri post dei giorni scorsi, ripresi anche dalla stampa locale

Continua a leggere

Vuoi vedere che per star bene non bisogna bere Trentodoc? La domanda provocatoria se la è posta ieri Franco Ziliani sul suo blog (Le Mille Bolle Blog), a commento punzecchiante di un servizio pubblicato sul numero di gennaio della rivista “salutista” Starbene” e dedicato ai cosiddetti “Spumanti di qualità”. Ma, attenzione attenzione: nel panel di degustazione, si fa per dire,

Continua a leggere

I volantoni pubblicati nei giorni scorsi (ieri e l’altro ieri) sul blog sono stati ripresi oggi dal quotidiano L’Adige. Sia sull’edizione cartacea sia su quella on line. Su quest’ultima i commenti dei lettori, per lo più poco generosi con la maison di Ravina, si sprecano. Una buona cosa, almeno se ne parla. Finalmente. E qualcuno comincia a chiedersi dove stia

Continua a leggere

Lettura dedicata a quelli che pensano che per vendere Trentodoc nel mondo basti farsi fotografare con Richard Gere o con Marco Macho Melandri. O affidarsi al più bel naso d’Italia (e di Francia) : il resoconto magistrale di Ziliani sul mondo dei cosiddetti Sparkling Wine nel mondo anglosassone. Leggere qui. Quest’altra lettura invece è dedicata a quelli che pensano che

Continua a leggere

(L’Adige – 2001) – Elegante e composto come i vini che da vent’anni costruisceingegnosamente e con lapassione di un grande maestrodel gusto, il marchese CarloGuerrieri Gonzaga – geniale autoredel Rosso San Leonardo, ilvino, annata 1997 e fino ad oraultima in commercio, che nellescorse settimane l’associazioneitaliana sommelier ha giudicatocome il miglior rosso dell’anno- si muove con l’aria e ilportamento distinti e

Continua a leggere

Forse qualche lettore se ne sarà accorto: ieri Trentino Wine Blog è stato oggetto di un attacco pirata, chiamiamolo così, che ha compromesso una parte del contenuto e delle funzionalità del blog. Niente di strano: in fondo si tratta di un blog corsaro. Cose che capitano. Stiamo cercando di recuperare il recuperabile e di tornare on line. Scusate per il

Continua a leggere