ferrari

Se lo scenario fosse quello adombrato qui e se si volesse evitare al Trentino vitivinicolo la sua riduzione unicamente a territorio di supporto ai bisogni dei tre oligopoli esistenti, bisognerebbe – come sempre – concordare sui fondamentali, quelli cioè che reggono un qualsiasi piano programmatico: avere una visione, accollarsi una missione, condividere l’analisi di situazione e prospettive, fissare degli obiettivi,

Continua a leggere

Provo a metterla lì solo come notizia e senza commenti (anche se mi riesce difficile contenermi). La Provincia di Trento e il Comune di Rovereto, pur con motivazioni differenti, non concedono il patrocinio al Dolomiti Pride. La Real Casa del Metodo Classico, Ferrrari – Fratelli Lunelli -, tempio internazionale dell’eleganza e dello stile italiano (ma evidentemente non di quello trentino),

Continua a leggere

Fioccano gli enoconsigli per il brindisi del primo dell’anno. E con loro le castronerie. Su Winefolly un post parla, con intenzioni lodevoli e meritorie sia chiaro, degli spumanti italiani e avverte che “se vedete il Prosecco rosé, sappiate che il colore rosa deriva dall’aggiunta di un tocco di Pinot nero (Pinot Noir); il che gli conferisce aromi di pesca e fragola”.

Continua a leggere

“CUBA LIBRE” – così il 27 novembre 2016 il Messaggero annunciò, brindando cinicamente, la morte di Fidel Castro – è stato giudicato il miglior titolo 2016 dalla giuria del Premio Ferrari. Chissà, forse nell’immaginario del brand Ferrari e della sua corte alberga ancora il sogno (per pochi) incubo (per tanti) spumeggiante dei casini e dei casinò di Fulgencio Batista. Il

Continua a leggere

Sto pranzando e bevo dell’ ottimo Pinot Grigio veneto. Do un’occhiata alla contro etichetta e trovo il marchio della raccolta differenziata e pure il divieto di bere alcolici per le donne in dolce attesa. Fra poco arriverà il logo dell’Ape Maia per l’agricoltura sostenibile e fra non molto ne arriverà un altro, di sicuro più serio, che certificherà la qualità

Continua a leggere

Errorissimo da matita rossa, oggi, sull’edizione on line di The Guardian, uno dei più autorevoli e prestigiosi riferimenti dell’intelligentia proggressita britannica. Sotto il titolo “The irresistible charm of prosecco” compare anche una bottiglia di Ferrari Trento DOC Brut, richiamata poi, correttamente (?), anche in didascalia. Arrendiamoci all’egemonia prosecchista. La battaglia è perduta.  E Dio sta sempre dalla parte dei grandi battaglioni,

Continua a leggere

[comunicato stampa] Un Ferrari Spazio Bollicine all’Aeroporto di Linate I Ferrari Spazio Bollicine arricchiscono l’offerta degli aeroporti milanesi: dopo Malpensa, anche a Linate si brinda all’Arte di Vivere Italiana. Che si viaggi per lavoro o per piacere, regalarsi una pausa di gusto con un calice di bollicine è una bella abitudine che oggi possono concedersi anche i passeggeri dell’aeroporto di Milano Linate.

Continua a leggere

Vengo dalla scuola della McCann Erickson, multinazionale della comunicazione tanto grande da piegare ai fondamentali anche i clienti più vanitosi e inclini all’autocelebrazione. Spiego con un esempio: se un industrialotto trentino avesse preteso l’installazione di tabelloni con la sua pubblicità anche nei pressi del suo stabilimento (per gratificarsi ogni giorno), quest’agenzia avrebbe gentilmente, ma risolutamente rifiutato; all’opposto altre agenzie, pur

Continua a leggere

Questa mattina al posto del giornale ho deciso di sfogliare alcune delle nuove guide vini del 2016; sottomano avevo “Slow Wine 2016”, “I Vini di Veronelli 2016” Guida Oro, “i Vini d’Italia 2016” dell’Espresso e “Vini d’Italia 2016” del Gambero Rosso. Sfogliando quella del Gambero a pagina 22, l’elenco dedicato alle stelle, mi sono imbattuta in un “Ferrari (Alto Adige)”.

Continua a leggere