letrari

Come la storia delle bollicine trentine trova in Giulio Ferrari il suo capostipite, così la storia dei vini rossi trentini vede in due brillanti figure di enologi, quali furono Riccardo Zanetti e Leonello Letrari, altrettanti straordinari innovatori che agli inizi degli anni Sessanta seppero schiudere nuove prospettive agli ancora angusti orizzonti dell’enologia locale. Proprio in quegli anni la viticoltura trentina cominciava

Continua a leggere

DAL 25 al 27 OTTOBRE DALLE 17.00 ALLE 22.00. DEGUSTAZIONE DELLA COLLEZIONE DEI BORDOLESI TRENTINI, LABORATORI DEL GUSTO, ABBINAMENTI CIBO-VINO Come la storia delle bollicine trentine trova in Giulio Ferrari il suo capostipite, così la storia dei vini rossi trentini vede in due brillanti figure di enologi, quali furono Riccardo Zanetti e Leonello Letrari, altrettanti straordinari innovatori che agli inizi

Continua a leggere

Fra poco le spoglie mortali del vecchio patriarca del vino Leonello Nello Letrari saranno tumulate nella terra del suo paese natale, Borghetto all’Adige, fra i vigneti della Terra dei Forti e della Val d’Adige. Affinchè tutto non si comsumi nella circostanza e nel rito, affinché la memoria di quest’uomo dallo sguardo lungo non si perda in un arido ricordo ingessato,

Continua a leggere

Si vede bene solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-Exupéry Ballistarius 1997 Letrari Igt Vgneti delle Dolomiti ed imbottigliato all’origine da Maso Lodron, 12,5% vol. Il 1997 è la prima annata di questo vino prodotto pochi esemplari. È ottenuto da uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Lagrein coniugando il classico bordolese con la vocazione

Continua a leggere

  Nella sala Protomoteca del Campidoglio i sindaci dei territori vitivinicoli si ritrovano per il Trentennale dell’Associazione. Le Città del Vino ai raggi X Presentato il “Libro Bianco” su sviluppo e prospettive dei Comuni associati. Uno spaccato rurale di società italiana (407 municipi, l’11,7% della popolazione nazionale) dove si consuma meno territorio, dove spesso la cementificazione trova un argine nella

Continua a leggere

Dicono che il dosaggio zero è quello che più rispecchia e valorizza le sfaccettature di un singolo territorio. Questo TRENTO Dosaggio Zero Riserva Letrari ne è l’esempio. Abbiamo festeggiato l’inizio del corso, perché di festa e gioia si tratta con questo 5 grappoli eccellenza italiana. Trentacinque corsisti attenti e fortunati perché altri non si sono potuti iscrivere al corso e sono rimasti fuori,

Continua a leggere

Qualche anno fa, era il 2011, Leonello Letrari, il Grande Vecchio del vino italiano, festeggiò i primi cinquant’anni dalla nascita della sua prima Bolla, lo stratosferico Equipe5 che dettò la moda e i modi del metodo classico di quegli anni, bottiglia di cui oggi resta solo il marchio controllato dalla Cantina Sociale di Soave. Sempre nel 2011 ricorrevano i 50

Continua a leggere

Quasi 2 mila persone in viale Ceccarini per la tre giorni di “Vini Spumanti di Qualità”. Appassionati e turisti hanno scoperto le migliori bollicine italiane, passeggiando lungo il salotto della “Perla Verde” Riccione, 15 maggio 2016 – Il “greenpark” di viale Ceccarini trasformato in una grande enoteca o american bar all’aperto. Gli stand di 11 grandi produttori di metodi classici

Continua a leggere

MY SPARKLING DIARY AL MERANO WINEFESTIVAL PREMIA TRE AZIENDE SCELTE DA VINIBUONI D’ITALIA L’innovativa App creata da Tjasa Dornik e la guida Touring Club hanno dato vita ad un esclusivo incontro fra moda e vino Grande successo per la degustazione online proposta dalla rivoluzionaria App My Sparkling Diary in occasione di Merano WineFestival. Il diario di stile in versione social

Continua a leggere

I bordolesi del Trentino a Palazzo Roccabruna Degustazioni e prestigiosi laboratori del gusto From 29/10/2015 to 31/10/2015 Ore 17.00 – 22.00 LA STORIA Negli anni Sessanta la viticoltura trentina cominciava ad affrancarsi dalle antiche pratiche colturali e i vignaioli cominciavano a guardarsi intorno, a fare confronti, ad assaggiare i vini d’Oltralpe, a viaggiare. Fu allora che gli enologi dell’Istituto agrario

Continua a leggere