teroldego

Sempre e per sempre Teroldego. È il rotaliano, non solo Doc, a vincerei il rally trentino dei Vinibuoni d’Italia 2020*, aggiudicandosi 7 (su12) “Corone”, il massimo riconoscimento conferito dall’unica guida italiana interamente riservata agli autoctoni; sebbene da qualche anno sia stato inserita anche una sezione dedicata ai vini spumanti. Solo un passo indietro, con la “Golden Star”, altri due vini

Continua a leggere

Fabio Rizzoli non me ne vorrà se svelo che lui lo chiamava El Lucianon. Un epiteto, una sintesi perfetta. C’è l’accrescitivo, guadagnato sul campo e riconosciuto dal leader maximo della vitienologia trentina. C’è l’uso del nome senza il cognome non tanto perché i Lunelli sono altro, quanto perché lui, singolo, si reggeva da solo. C’è poi la forma dialettale che

Continua a leggere

Basterebbe il concorso enologico organizzato dalla Fondazione Mach e dedicato, si fa per dire, ai “vini di territorio“, per raccontare esaurientemente il paradosso trentino. La premiazione è avvenuta oggi a Vinitaly, nello stand dell’Istituto Agrario lustrato di fino in vista dell’arrivo della folla dei politici e della loro corte adorante. La presenza concelebrante, accanto al presidente Segrè, anche del neo presidente

Continua a leggere

La notizia è buona. Anzi buonissima. E assomiglia ad un calcio negli stinchi, ben assestato, alla governance delle povere e vilipese denominazioni di origine locali. Oggi saldamente imprigionate nello schema violento imposto dagli industriali cooperativi. Così, mentre il sistema continua a buttare fumo negli occhi a chi da anni chiede di avviare un serio processo di ristrutturazione della piramide delle

Continua a leggere

MEZZOCORONA, SETTEMBRE ROTALIANO TRE GIORNI RICCHI DI OCCASIONI PER SCOPRIRE IL TEROLDEGO 33 etichette di Teroldego Rotaliano e 12 di grappa di Teroldego Rotaliano in degustazione per la XXXVIII mostra “Alla scoperta del Teroldego” organizzata nell’ambito della storica manifestazione Settembre Rotaliano. Nel corso del weekend, in programma da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre a Mezzocorona (TN), spazio anche ad

Continua a leggere

Le #trentinowinefest proseguono con la manifestazione dedicata alla valorizzazione del Teroldego Rotaliano e del suo territorio d’elezione, la Piana Rotaliana. L’evento prevede degustazioni guidate presso gli scenografici spazi di Palazzo Martini e gastronomia e intrattenimento per tutte le età lungo le vie del centro di Mezzocorona. Da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre. Amanti del principe dei vini trentini

Continua a leggere

Sul Monte Baldo, in Trentino, è arrivata la donna che cura le piante con le tisane: l’achillea, la camomilla, l’ortica e tante altre essenze naturali. Con successo. I suoi vini, vivi e vitali, lo testimoniano. Lei, per tutti e in tutto il mondo, è la Regina del Teroldego, la custode inflessibile della biodiversità rotaliana. Insomma, Elisabetta Foradori. Un’icona internazionale dell’agricoltrra armoniosa e

Continua a leggere

Il 2017  stato l’annus horribilis della viticoltura rotaliana. Durante l’estate, in un giorno d’agosto, il cielo sopra il più bel giardino vitato d’Europa si rabbuiò e fu un inferno di ghiaccio che si portò via metà del raccolto. E il resto della messe fu messo a dura prova. Eppure da quella notte buia e tempestosa e da quella vendemmia povera

Continua a leggere

Sabato 2 giugno a Mezzocorona i Vignaioli del Trentino organizzano una giornata di relax in mezzo ai vigneti, all’ombra delle pergole, seduti sull’erba verde dei filari del campo rotaliano Da anni, il week end di Pentecoste i Vigneron Independant invitano tutti i francesi ad un “pique nique” organizzato sull’erba dei loro vigneti, attrezzati per l’occasione con tavoli, sedie, ombrelloni e

Continua a leggere

Sono i rampolli di ultima generazione di alcune fra le più prestigiose famiglie del vino della Rotaliana (Donati, Foradori, de Vescovi Ulzbach, Dorigati, Zeni, Gaierhof, De Vigili, Endrizzi, Martinelli) e da qualche tempo, fuori dagli schemi consortili e istituzionali, si sono messi in testa di “portare il Teroldego nel mondo per farlo conoscere e dare gioia“. Lo stanno facendo, mantenendosi fedeli

Continua a leggere

Qualche tempo fa l’assessore all’Agricoltura del Trentino, non prima di avermi attribuito dal qualifica dell’utile rompicoglioni (detto fra di noi la considerai una medaglia), mi chiese un punto di vista sul settore vitivinicolo provinciale. Gli risposi così: “Il sistema andrebbe rivoltato come un calzino; ma per farlo bisogna avere coraggio, perché bisognerebbe rimettere al loro posto i capataz cooperativi che da vent’anni

Continua a leggere

Un amico mi gira la foto: Andrea Panichi e il grande Salvatore Maule, Istituzione dell’Istituto di San Michele, abbracciati sotto l’espositore delle bottiglie vincitrici del Primo Concorso Nazionale Vini del Territorio che i due simpatici e spaiatissimi esperti hanno faticosamente organizzato: tanti Teroldego Rotaliano a confronto – finalmente – con un corollario didattico che quest’anno ha preso in esame il

Continua a leggere

Si è aperto oggi il 1° concorso sulle produzioni enologiche di territorio 1° Concorso Teroldego e Lagrein: 55 aziende e 90 vini in gara (s.c.) Novanta vini in gara di 30 aziende trentine e 25 altoatesine. Sono i numeri del primo concorso “Enotecnico valorizzazione Vini territorio” focalizzato sui vini Teroldego e Lagrein, in corso in questi giorni alla Fondazione Edmund

Continua a leggere