Mese: Gennaio 2018

Sono stato facile, anzi facilissimo profeta, ieri sera, quando scrissi che quella della Mori Colli Zugna è una sporca faccenda. Questa mattina, poco dopo le otto, la cantina è stata blindata dalle forze dell’ordine. Gli uomini in divisa del NAS hanno fatto irruzione nello stabilimento della cooperativa vitivinicola lagarina e lo hanno letteralmente presidiato. Prendendo in consegna anche la posta in arrivo.

Continua a leggere...

È una sporca faccenda, quella della Cantina Mori Colli Zugna. Non so se abbia anche un regista. E in fondo conta poco: alla fine importano solo gli esiti oggettivi. Non le persone e le loro funzioni. Ma so, invece, a chi giova questa sporca faccenda, che ormai esala la puzza di un cadavere putrescente; e non a caso rubo le parole usate a suo tempo da

Continua a leggere...

Sulla linea d’orizzonte di Castello Banfi, questa mattina nel freddo asettico di gennaio, una folla quasi sterminata si è stretta attorno alla salma di Rudy Buratti, il signore di Montalcino. Il signore del Montalcino. Stroncato crudelmente dalla malattia due giorni fa, a soli cinquantasei anni. Fra i volti commossi e feriti dal dolore, anche quelli di qualche trentino: Paolo Inama,

Continua a leggere...

La fase di costituzione dei Gruppi Bancari Cooperativi, ai sensi della legge di riforma del Credito Cooperativo, è entrata nel vivo e nei prossimi mesi si definiranno compiutamente i nuovi assetti strategico-organizzativi all’interno della categoria. I mutamenti saranno profondi, fortemente innovativi e l’impegno riformatore comporterà sforzi rilevanti, soprattutto nell’ambito della razionalizzazione di un sistema complesso e articolato come quello che

Continua a leggere...

Ricevo, e volentieri pubblico, la trionfante nota sulla Campagna delle 150 giornate del vino – detersivo inviata dal gentile ufficio stampa della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Lo faccio volentieri perché fin dal titolo mi spinge ad uno sghignazzo da osteria. Sebbene subito dopo subentri un senso ferito di amarezza per la fine a cui sta adando

Continua a leggere...

L’impresa visionaria di Bruno Zanotelli e Alfio Garzetti nella spumantistica trentina finisce qui. Purtroppo. Il Tribunale di Trento ha nominato il curatore fallimentare, il dottor Alberto Bombardelli, di Opera Vitivinicola in Valdicembra. Dopo dieci anni di successi commerciali e di bottiglie una più buona dell’altra, quindi, i fondatori di una delle maison più prestigiose e arrembanti della denominazione TRENTO, sono

Continua a leggere...