PFITSCHER MATHIAS, UN SAUVIGNON TUTTO DA SCOPRIRE

Lo scoprire consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare ciò che nessuno ha pensato.

Albert Szent-Gyorgyi

La possibilità di degustare vini non ancora in commercio mi emoziona e mi rende felice.

Dietro ogni vino e dietro ogni scelta, come su questo nuova bottiglia che uscirà in commercio ad ottobre, c’è un’intera famiglia che ha scelto l’idea e la filosofia da trasmettere. Nasce così il Pfitscher Sauvignon Riserva Mathias vigna Kathreinerfelder 2016 fratello maggiore dell’altro in commercio. Il 70 % passa legno di diversi passaggi e il 30% acciaio. Una botte effettua fermentazione spontanea. Il naso è elegante e pieno di sensazioni, giocando con le temperature mi diverto un mondo. Considerando il fatto che non è ancora in commercio il suo legno è completamente assorbito. Le prime note che emergono sono di peperoni verdi, borragine e didattica nota di foglia di pomodoro seguito da note di asparagi verdi. Secondo round: frutta a propulsione con tanto mango e pesca su tutto. Vaniglia e note di erbette di montagna. Sbuffi di paprika leggiadri. Man mano che si scalda esce anche un melone bianco piacevole. Una lunga vena acido ma soprattutto sapida accompagnano il dorso lungo tutto il tragitto rimanendo per tanto in bocca in maniera particolare e intensa. Buona beva. Sarà molto interessante riassaporarlo più avanti.

condividi su:


Lascia un commento

Entra con:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *