CHI SONO, COSA SCRIVO…

…………
…………

Giuseppe Casagrande
Nome
Giuseppe
Cognome
Casagrande
Bio
Nato a Rovereto nel 1947 (per i cultori di Bacco la più grande annata del secolo), studi classici a Trento e giuridici a Padova, ha abbracciato fin da giovanissimo la professione giornalistica. Negli anni Settanta ha seguito per il quotidiano L'Adige gli avvenimenti sportivi (calcio, ciclismo, sci, basket) e dal 1980 l'attualità politica nazionale e internazionale. Redattore, caposervizio, inviato, amante dei viaggi, della buona tavola e del buon vino, ha curato per 35 anni le rubriche enogastronomiche "L'angolo del buongustaio", "Pantagruel" e "Gulliver". Ha diretto "Papageno", la rivista in italiano e tedesco che si occupa di cultura enogastronomica in quel vasto bacino che si identifica nella vecchia Mitteleuropa: Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Austria, Baviera, Ungheria, Slovenia e Croazia. Collabora con numerose riviste nazionali ed è responsabile per il Trentino- Alto Adige della guida internazionale Best Gourmet of Alpe Adria. Nei 50 ani di attività giornalistica ha ricevuto numerosi riconoscimenti: vincitore della "Penna d'oro", del Premio "Delta del Po", del Premio "Scandiano", del premio "Città di Noto", del premio "Franciacorta" alla carriera "per aver raccontato e promosso con sapienza e maestria l'enogastronomia italiana". Nel 2011 gli è stato assegnato il Premio Francesco Fontana "Trofeo Leone di San Marco" per "la squisita sensibilità nel raccontare il mondo enogastronomico veneto e mitteleuropeo. E per l’innata capacità di emozionare il lettore con una scrittura che affascina per la qualità e la ricchezza dei contenuti". E' accademico dei vini sloveni, nonché commissario nei più importanti concorsi enologici europei. Nel 2004 il Comune di Porec-Parenzo (Croazia) gli ha conferito la cittadinanza onoraria per aver contribuito a lanciare il turismo enogastronomico in Istria al termine della guerra nei Balcani.
Email
gcasagrande47@gmail.com
2 settimane fa 4 Comments
7 mesi fa 3 Comments

Francia superstar. La top ten italiana è dominata da Toscana, Piemonte e Veneto. Tra le etichette più quotate il Barolo Monfortino di Giacomo Conterno, il Masseto, il Sassicaia, l’Amarone di Giuseppe Quintarelli, il Sorì Tildin di Angelo Gaja e il Brunello di Montalcino Riserva Case Basse di Gianfranco Soldera. In Trentino quotazioni record per lo spumante Giulio Ferrari Riserva del

9 mesi fa no Comment

Ristoranti, vini, prodotti tipici: Il Trentino gode buona salute Al nuovo ristorante Peter Brunel, d’impronta dannunziana, di Arco l’Oscar New Entry 2020 della Guida Best Gourmet of Alpe Adria. Nella sezione vini premiato come miglior rosso il mitico Teroldego Sangue di Drago di Marco Donati  Dalla jota slovena ai canederli di casa nostra, dai fuzi istriani con il ragù di