bordolese

Come la storia delle bollicine trentine trova in Giulio Ferrari il suo capostipite, così la storia dei vini rossi trentini vede in due brillanti figure di enologi, quali furono Riccardo Zanetti e Leonello Letrari, altrettanti straordinari innovatori che agli inizi degli anni Sessanta seppero schiudere nuove prospettive agli ancora angusti orizzonti dell’enologia locale. Proprio in quegli anni la viticoltura trentina cominciava

Continua a leggere...

[*] Mauro Leveghi è il segretario generale dell’Ente Camerale a cui fa capo anche l’Enoteca Provinciale di Palazzo Roccabruna, a cui si deve questa lodevole iniziativa   COMUNICATO STAMPA DAGLI ANNI SESSANTA AD OGGI I BORDOLESI DEL TRENTINO DAL 27 AL 29 OTTOBRE DALLE 17.00 ALLE 22.00 DEGUSTAZIONI, UN LABORATORIO ENOGASTRONOMICO E IL MENU’ DEL RISTORANTE IL CANT DEL GAL

Continua a leggere...

Giovedì 27 ottobre, in concomitanza delle serate dedicate ai vini bordolesi, ad ore 19 presso Palazzo Roccabruna a Trento, si svolgerà una serata di didattica e degustazione condotta da Onav  con due prodotti appartenenti alle eccellenze trentine: bordolesi e formaggi d’alpeggio. La serata prevede in un primo momento una breve didattica con  l’ assaggio di 6 vini e la degustazione di

Continua a leggere...

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento Ufficio Promozione Trento, 27 ottobre 2014 La tradizione dei bordolesi trentini: dai ruggenti anni sessanta ad oggi I BORDOLESI TRENTINI: TRE GIORNI DI DEGUSTAZIONI Dal 30 ottobre all’1 novembre dalle 17.00 alle 22.00 palazzo roccabruna fa rivivere una grande storia enologica con tante degustazioni ed abbinamenti. sabato 1 novembre ospite il

Continua a leggere...

Ma il bordolese è un assemblaggio di vini o un uvaggio, come sta scritto sull’etichetta principale di questa bottiglia? 4 Vicariati 2010 – Cavit Vino elegante e abbastanza equilibrato, ancora un poco erbaceo. Forse per esprimersi al meglio ha bisogno ancora di un poco di tempo in bottiglia. Ma nel complesso bottiglia assai più che gradevole. Resta il dubbio sulla

Domande

Mori Vecio degustazione verticale 2010 – 2003. Bordolese Trentino Vintage di Concilio. Cosimo Piovasco da BordeauxÈ lo pseudonimo collettivo con cui fin dall’inizio sono stati firmati la maggior parte dei post più trucidi e succulenti di Territoriocheresiste. Il nome è un omaggio al protagonista del Barone rampante, il grande capolavoro di Italo Calvino. Cosimo Piovasco, passa tutta la sua vita

Vertical Wine

(L’Adige – 2001) – Elegante e composto come i vini che da vent’anni costruisceingegnosamente e con lapassione di un grande maestrodel gusto, il marchese CarloGuerrieri Gonzaga – geniale autoredel Rosso San Leonardo, ilvino, annata 1997 e fino ad oraultima in commercio, che nellescorse settimane l’associazioneitaliana sommelier ha giudicatocome il miglior rosso dell’anno- si muove con l’aria e ilportamento distinti e

Continua a leggere...

Vicarius, la Cantina Sociale di Mori torna alle origini. E lo fa rilanciando il suo bordolese classico e agganciandolo all’esperienza storica e quindi territoriale – quella dei Quattro Vicariati -. Un nome, un’etichetta e una bottiglia completamente nuovi per un vino che gli appassionati conoscono già: il bordolese di Mori era stato lanciato negli anni settanta con il nome di

Continua a leggere...