CHI SONO, COSA SCRIVO…

…………
…………

Cosimo Piovasco da Bordeaux
Nome
Cosimo
Cognome
Piovasco da Bordeaux
Bio
È lo pseudonimo collettivo con cui fin dall'inizio sono stati firmati la maggior parte dei post più trucidi e succulenti di Territoriocheresiste. Il nome è un omaggio al protagonista del Barone rampante, il grande capolavoro di Italo Calvino. Cosimo Piovasco, passa tutta la sua vita su un albero per ribellione contro il padre. Da lì, però, guadagna la giusta distanza per osservare e capire la vita e il mondo che scorrono sotto di lui.
Telefono
+393501259649
Email
cosimo@territoriocheresiste.it
6 giorni fa no Comment

Coltivato in Vallagarina e in Valdadige nei territori di Dolcè, Avio e Ala, in passato storica linea di confine fra l’impero austro-ungarico e la Serenissima Repubblica di Venezia, dal 2002 è stato reinserito tra le varietà ammesse e dal 2007 si avvale del riconoscimento della Doc “Terra dei Forti”.   Il decano dei giornalisti enogastronomici Giuseppe Casagrande, commissario europeo nei

3 mesi fa no Comment

A febbraio sembrava tutto pronto, e il giorno di San Valentino la Casa Caveau Vino Santo era stata inaugurata alla presenza di autorità, produttori, operatori economici e tante persone interessate. Purtroppo l’emergenza sanitaria ha poi impedito l’apertura al pubblico, prevista nelle settimane successive, e tutto è stato rinviato. Ma da mercoledì 24 giugno tutti gli appassionati di vino e di

3 mesi fa no Comment
3 mesi fa 1 Comment

Arrivò un auto blu, questa mattina, al limitare della campagna di Trento. Non ne scese alcuno. Solo si intravide muoversi nell’aere terso un vacuo caschetto d’oro. Poi si librò in volo uno sciame di vespe samurai. COMUNICATO STAMPA FEM – FONDAZIONE EDMUND MACH Sono iniziati, questa mattina, a San Michele all’Adige, i rilasci in campo della vespa samurai per contrastare

4 mesi fa no Comment

Dopo l’introduzione della versione Rosé, su richiesta della cooperazione trentina, nuova modifica al disciplinare del Prosecco Doc: allargati i confini del vigneto anche alla provincia di Trento e accanto alla Glera introdotta anche la varietà Mueller Thurgau, purchè in purezza. Le prime bottiglie, a marchio Cavit, sono già arrivate sugli scaffali di Unicoop Toscana a prezzo scontato (-30%) e sembrano

4 mesi fa no Comment

Era da parecchio tempo che per tanti motivi, anche estetico – politici, non bevevo un TRENTO. Ma, soprattutto, erano tanti anni che non bevevo un TRENTO, così versatile,  così abbracciante, così profondo, così tridimensionale. Così buono. Così TRENTO. È capitato qualche settimana fa. Ancora in tempo di quarantena; una bottiglia riemersa dagli angoli nascosti e dimenticati della cantina: Vervè Riserva

4 mesi fa 2 Comments

Nelle avversità che hai dovuto sopportare, figlio mio, tu non hai ceduto perché non sei stato solo a resistere, ma nelle tue ossa han resistito con te i tuoi antenati. Pensa un po’, generazioni di zappaterra di vignaiuoli di aratori di bifolchi. Gente sobria indurita dal maltempo, dalle fatiche. Ignazio Silone – Il seme sotto la neve

4 mesi fa 4 Comments
4 mesi fa 5 Comments

Dunque, dopo un tira e molla giocato in punta, e non solo in punta, di argomentazioni enologiche, sociologiche, antropologiche e giuridiche il Prosecco (Doc) Rosé è nato. La base Glera potrà essere conciata con il Pinot Nero (fino al 15 %) per acconciare il vino in mille sfumature rosa e in variazioni che potranno esprimersi dal brut nature fino all’extra

4 mesi fa no Comment

“Italiani, volete lavorare in vigna? Preparatevi, imparate, c’è lavoro per tutti!” L’appello viene da Marco Simonit, CEO di Simonit&Sirch Vine Master Pruners, che interviene nel dibattito suscitato dalla notizia che Martin Foradori Hofstätter, famoso vignaiolo di Termeno, ha addirittura dovuto noleggiare un aereo per far arrivare dalla Romania un gruppo di lavoratrici specializzate nel lavoro in vigna, non trovando personale