gaierhof

A margine del seminario – degustazione “Non solo Trento, non solo Trentodoc” che lunedì 17 febbraio ha animato l’Enoteca Provinciale di Trento – Palazzo Roccabruna, il collettivo di Territoriocheresiste ha voluto celebrare il ruolo attivo e formidabile degli uomini, alcuni purtroppo recentemente scomparsi, che hanno esercitato, ed esercitano, un ruolo attivo e insostituibile nella promozione, nella produzione e nella politica

Continua a leggere...

In Trentino non sono solo le cooperativone ad allungare le mani sul business del Pinot Grigio. Goffredo Pasolli, presidente della sezione trentina degli enologi ma soprattutto uomo di punta, seppure per adozione, della famiglia Togn, a capo del gruppo Gaierhof, Lechthaler e Maso Poli, è stato eletto vicepresidente del Consorzio Doc delle Venezie in quota imbottigliatori, una posizione che prima

Continua a leggere...

A luglio 2018 ha aperto le porte il “WinePoint Maso Poli” nel cuore delle Colline Avisiane: a due passi da Trento ogni giorno aperitivi serali, eventi, tour guidati e wineshop all’insegna della qualità del prodotto Trentino. Fondata nel 1974 da Luigi Togn, la splendida azienda agricola Maso Poli è gestita oggi dalla figlia Valentina con il marito Goffredo Pasolli e dalle sorelle Martina e

Continua a leggere...

E’ bello lasciarsi sorprendere. Dal vino. E il vino, probabilmente, è quel che è (un potentissimo feticcio che da millenni strega e ammalia l’umanità) anche per questo, forse soprattutto per questo: perché talvolta, in realtà a me capita sempre più raramente, sorprende. E così ti strega e ti ammalia. Di provare questa sensazione, quest’anno, mi è capitato poche volte. L’ultima

Continua a leggere...

Ricevo e pubblico volentieri il comunicato stampa che leggerete al termine di queste poche righe introduttive. Lo faccio davvero volentieri, questa volta, perché credo che il Trentino del vino e il Trentino #territoriocheresiste debbano molto alla famiglia Togn di Roverè della Luna. In particolare debbano molto a Luigi, il figlio del capostipite Germano, il mediatore d’uve che negli anni Quaranta

Continua a leggere...

Allarme vendemmia 2014. La preoccupazione corre su Facebook. Cosimo Piovasco da BordeauxÈ lo pseudonimo collettivo con cui fin dall’inizio sono stati firmati la maggior parte dei post più trucidi e succulenti di Territoriocheresiste. Il nome è un omaggio al protagonista del Barone rampante, il grande capolavoro di Italo Calvino. Cosimo Piovasco, passa tutta la sua vita su un albero per

Vendemmia 2014

1 – 83,5 Weingut Gottardi Pinot Nero “Mazzon” Südtirol – Alto Adige Doc 2 – 83,0 Elena Walch Pinot Nero “Ludwig” Südtirol – Alto Adige Doc 3 – 82,8 Kellerei Girlan Pinot Nero Riserva “Trattmann” Südtirol – Alto Adige Doc 4 – 82,0 Castelfeder Pinot Nero Riserva “Burgum Novum” Südtirol – Alto Adige Doc 5 – 80,8 Kellerei St. Michael-

Continua a leggere...